ANALISI: La Cina diventerà mai ricca? Una nuova era di crescita molto più lenta sorge

La Cina sta entrando in un'era di crescita economica molto più lenta, aumentando una prospettiva scoraggiante: potrebbe non essere mai ricco.Se la seconda economia più grande del mondo si avvicina al 3-4% all'anno o flirta, come si aspettano alcuni economisti, con "decenni" di stagnazione simili al Giappone, sembra destinato a deludere i suoi leader, i suoi giovani e gran parte del mondo.

ANALISI: La Cina diventerà mai ricca? Una nuova era di crescita molto più lenta sorge-1

La Cina sta entrando in un'era di crescita economica molto più lenta, aumentando una prospettiva scoraggiante: potrebbe non essere mai ricco.

Se la seconda economia più grande del mondo si avvicina al 3-4% all'anno o flirta, come si aspettano alcuni economisti, con "decenni" di stagnazione simili al Giappone, sembra destinato a deludere i suoi leader, i suoi giovani e gran parte del mondo.I responsabili politici speravano di restringere il divario di sviluppo della Cina con gli Stati Uniti.I giovani cinesi sono andati alle università per studiare per lavori di economia avanzata.L'Africa e l'America Latina contano sulla Cina che acquistano le loro merci.

"È improbabile che l'economia cinese supererà quella degli Stati Uniti nei prossimi o due anni", ha dichiarato Desmond Lachman, membro senior dell'American Enterprise Institute.Si aspetta che la crescita rallenta al 3%, che "sembrerà una recessione economica" quando la disoccupazione giovanile è già superiore al 20%."Questo non va bene anche per il resto dell'economia mondiale", ha aggiunto.

Quando il Giappone iniziò a ristagnare negli anni '90, aveva già superato il PIL pro capite medio delle economie ad alto reddito e si stava avvicinando a livelli statunitensi.La Cina, tuttavia, è appena sopra il punto di reddito medio.Crescita del secondo trimestre del 6,3% del travolgente, considerando la bassa base causata dai blocchi Covid-19 dell'anno scorso, aumentando la pressione sui leader cinesi che dovrebbero incontrarsi questo mese per discutere di una spinta a breve termine e delle correzioni a più lungo termine.I dati di aprile-giugno mettono una crescita del 2023 sulla buona strada per circa il 5%, con tassi più lenti in seguito.

Ma la crescita annuale della Cina è stata in media circa il 7% dell'ultimo decennio e oltre il 10% negli anni 2000.Spinti da tale perdita nel momento, gli economisti non attribuiscono più il consumo di famiglie deboli e gli investimenti del settore privato agli effetti della pandemia, incolpando invece i mali strutturali.

Questi includono lo scoppio di una bolla nel settore immobiliare, che rappresenta un quarto di produzione;uno degli squilibri più profondi tra investimento e consumo;una montagna di debito del governo locale;e la stretta presa del partito comunista sulla società, comprese le imprese private.E la forza lavoro cinese e la base dei consumatori si stanno riducendo mentre la coorte di pensionati si sta espandendo.

"Il problema demografico, il duro atterraggio del settore immobiliare, il pesante onere del debito del governo locale, il pessimismo del settore privato e le tensioni in Cina e.Wang Jun, capo economista di Huatai Asset Management.La Commissione nazionale di sviluppo e riforma della Cina (NDRC) non ha risposto alle domande di Reuters su prospettive di crescita, debolezze strutturali e piani di riforma.

Il capo della NDRC Zheng Shanjie, in un articolo del 4 luglio della rivista ufficiale "Qiushi", ha fatto un raro riferimento alla trappola del reddito medio, dicendo che la Cina aveva bisogno di "accelerare la costruzione di un moderno sistema industriale" per evitarlo.

Zheng si riferiva alla lotta delle nazioni in via di sviluppo per passare dai livelli di medio-alto reddito a causa dell'aumento dei costi e del calo della competitività.Gli economisti citano il boom dei veicoli elettrici cinesi come prova del progresso, ma gran parte del suo complesso industriale non si sta aggiornando alla stessa velocità.Le vendite di auto all'estero rappresentano solo l'1,7% delle esportazioni.

"Molti osservatori esamineranno alcune aziende e diranno: Wow, la Cina può trovare tutti questi prodotti fantastici, quindi il futuro dovrebbe essere luminoso. La mia domanda è: abbiamo abbastanza di quelle aziende?"Ha detto Richard Koo, capo economista del Nomura Research Institute.I responsabili politici hanno affermato di volere che il consumo familiare guida la crescita, senza accennare a gradini concreti.

Juan Orts, economista cinese di Fathom Consulting, ha affermato che un aumento della domanda dei consumatori potrebbe reindirizzare le risorse dal supporto degli esportatori di produzione, che spiega in parte l'esitazione verso tali riforme."Non pensiamo che le autorità si impegneranno in quella strada", ha detto Orts, descrivendolo come "la via d'uscita" delle detenzioni economiche.

Piuttosto, la Cina ha fatto passi dall'altra parte.La "prosperità comune" del presidente Xi Jinping contro la disuguaglianza ha incoraggiato le riduzioni salariali della finanza e di altri settori.Il deterioramento delle finanze della città ha provocato tagli ai retribuzioni per i dipendenti pubblici, alimentando una spirale deflazionistica.

Zhao, un manager di una banca con sede a Pechino, ritiene che non diventerà mai ricco, il suo stipendio rimane invariato attraverso diverse promozioni.Invece di lavorare sodo, ha detto, ha intenzione di ritirarsi nei suoi 40 anni in una città più piccola e più economica."Ho perso l'era d'oro per le banche", ha detto Zhao a condizione di anonimato parziale in quanto non era autorizzata a parlare ai media.

Molti economisti hanno chiesto una migliore assistenza sanitaria pubblica, pensioni più elevate e prestazioni di disoccupazione e altri mattoni per una rete di sicurezza sociale per dare la fiducia ai consumatori per risparmiare meno.Il consulente della banca centrale Cai Fang ha chiamato questo mese per lo stimolo del consumo, comprese le modifiche ai permessi di residenza della Cina, o Hukou, che negano i servizi pubblici a milioni di migranti rurali nelle città in cui lavorano.

Zhu Ning, vice decano del Shanghai Advanced Institute of Finance, ha affermato che il miglioramento del benessere sociale potrebbe rendere più sostenibili tassi di crescita del 3-4%.'ULTIMA POSSIBILITÀ'

Koo ha affermato che i problemi della Cina sono più impegnativi di una generazione fa del Giappone, dando ai politici spazio per l'errore se sequestrare "l'ultima possibilità" per raggiungere gli standard di vita del mondo sviluppato.La Cina, nella sua valutazione, ha una "recessione del bilancio", con i consumatori e le imprese che rimborsano il debito invece di prendere in prestito e investire.

Questo, ha detto, è come iniziano le depressioni e l'unica cura è "rapido, sostanziale e sostenuto" stimolo fiscale, che non vedeva come imminenti date le preoccupazioni del debito della Cina.Oltre a ciò, ha affermato che lo stimolo deve essere produttivo e integrato da cambiamenti che consentono al settore privato di emergere da un'ombra dello stato, anche attraverso migliori relazioni con paesi di investimento straniero.

Ma la Cina dovrebbe invertire la rotta.Gli investimenti delle infrastrutture negli ultimi anni hanno generato più debito della crescita.

Mentre le principali economie cercano di ridurre la dipendenza dalla Cina, Pechino rimane bloccato nelle battaglie commerciali TIT-per-Tat, le ultime novità dei metalli utilizzati nei semiconduttori."Ogni volta che gli Stati Uniti annunciano alcune politiche anti-Cina, il governo cinese ne esercita uno equivalente. Ma gli americani non sono nella trappola a media reddito. La Cina è", ha detto Koo.

"Se i cinesi non raggiungono i loro sogni cinesi, forse avrai 1,4 miliardi di persone non molto felici laggiù, il che potrebbe essere piuttosto destabilizzante."

Se vuoi conoscere altri articoli simili a ANALISI: La Cina diventerà mai ricca? Una nuova era di crescita molto più lenta sorge puoi visitare la categoria Uncategorized.

Contenuto

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Subir

Questo sito utilizza i Cookie al solo scopo di migliorare l\'esperienza di navigazione. Leggi di più